TROVA SUBITO un'affitto di casa o stanza nella tua città >

COSA CERCHI (es: stanza roma)

Contratti d'affitto agevolati e detrazioni per case in locazione

I contratti d'affitto agevolato, sono dei tipi di contratto di locazione con canoni minori rispetto al mercato, in relazione agli accordi tra le associazioni di proprietari e di inquilini.

Questo tipo di contratto possono essere stipulati in 2 differenti modi:

  • nei comuni per i quali siano stati sottoscritti accordi territoriali sulla base del precedente decreto ministeriale del 5 marzo 1999: il decreto prevede l’aggiornamento delle fasce di oscillazione previste dai relativi documenti sulla base dell'intera variazione Istat intercorsa fra il mese successivo alla data di stipula degli Accordi in questione e il mese precedente del nuovo, singolo contratto di locazione;
  • per i restanti comuni non interessati agli accordi, per stabilire i canoni dei nuovi contratti d'affitto, è possibile prendere come riferimento le tariffe stabilite per il Comune più vicino nel quale sia vigente un Accordo stipulato sulla base del d.m. 30.12.2002. Deve essere trovato paragonando la popolazione di pari grandezza a quella del Comune carente di accordo e della minor distanza; può essere un Comune, una Provincia o una Regione.

I soggetti coinvolti nella sottoscrizione del contratto debbono sempre utilizzare obbligatoriamente le nuove tipologie di contratto allegati al d.m. 30.12.2002 (immodificabili) e la relativa tabella degli oneri accessori (pure immodificabile). I canoni d'affitto potranno essere aumentati anno per anno del 75% della variazione Istat, ma l'adeguamento deve essere previsto da contratto.
Come esplicitamente dichirato da Confedilizia, il decreto si riferisce solamente ai contratti di locazione agevolati: dalle specifiche lì contenute rimangono esclusi sia i contratti transitori sia quelli per studenti universitari.

Agevolazioni fiscali e detrazioni sugli affitti di case

Gli affitti delle case e degli appartamenti possono essere detratti fiscalmente. Sono presente, inoltre, altre utilissime agevolazioni che danno un aiuto agli inquilini che gli permettono di risparmiare qualcosa tenendo presente certe condizioni.

Per il contratto d’affitto di locazione 4 più 4, nel caso il reddito percepito non superi i 15.493,71 euro annui, si avrà diritto ad una detrazione pari a 300 euro che diminuiscono a 150 euro se il reddito annuale è superiore a quello sopraindicato, ma inferiore ai 30.987,41 euro.

Nel caso si fosse dei trasferisti per lavoro in un’altra città lontana dalla propria residenza, l'affitto può avere delle vantaggiose detrazioni. Per accedere a questa possibilità è necessario che la città di destinazione supera i 100 km dalla distanza del comune di provenienza. Se il proprio reddito percepito è, come accennato precedentemente, minore di 15 mila euro annui, allora si ha automaticamente diritto ad una detrazione di 991,60 euro, mentre se il reddito annuale equivale o è inferiore a 30 mila euro si scende a 495,80 euro.

Per coloro che hanno la fortuna di essere giovani è anche possibile dedurre gli affitti della casa in modo conveniente. Le giovani coppie tra i 20 ed i 30 anni con un reddito annuale inferiore ai 15 mila euro avranno una deduzione di 991,60 euro. Al contrario se sono già presenti altri aiuti per la locazione dell'abitazione dal comune di residenza, non si possono avere in alcun modo altre detrazione. Infatti, esse non possono essere cumulabili. Come è ovvio tutti i vantaggi fiscali presentati in questo articolo valgono solo se è stato sottoscritto un regolare contratto d’affitto.

Questi sono tutti buoni incentivi e un motivi importanti per non farvi affittare la casa non in regola. E ricordatevi che in nero non si è mai tutelati in caso di sfratti o di aumenti dell'affitto.

Potrebbe anche interessarti le tipologie e le norme dei contratti d'affitto

Fai crescere gli annunci! Suggerisci ai tuoi amici!

I TEMI e risorse di
affitto-appartamenti

150 Italia - auguri!

Sfondi Desktop