TROVA SUBITO un'affitto di casa o stanza nella tua città >

COSA CERCHI (es: stanza roma)

Affitto studenti, agevolazioni fiscali per il proprietario e per lo studente in òocazione.

Essendo un buon modo per monetizzare una casa l'affitto a studenti è molto utilizzato nelle città universitarie agli studenti fuorisede sui quali, però, c'è parecchia confusione. Cercheremo di seguito di spiegare come si svolge questo rapporto e le norme che rendono vantaggioso la sottoscrizione di un contratto di locazione regolare agli studenti.

Annunci :

Vantaggi per lo studente

Nel caso in cui si stipuli un regolare contratto, lo studente fuori sede, tramite la dichiarazione dei redditi dell'anno successivo è possibile detrarre il 19% del canone d'affitto versato, calcolato su un importo massimo di 2.633 €. Diconseguenza la detrazione massima sarà di 500,27 €.

Le condizioni per usufruire dell'agevolazione fiscale sono:

  • Il contratto di locazione deve essere riferito ad un immobile ad uso abitativo. Quindi sono esclusi collegi, convitti o residenze studentesche.
  • In base alla legge sulle locazioni 431/98, il contratto dev'essere per studenti (durata da 6 a 36 mesi, rinnovabile automaticamente con canone concordato a livello locale) o di natura transitoria (durata da 1 a 18 mesi, senza rinnovo automatico e senza vincoli per il canone mensile).
  • Lo studente deve essere iscritto ad una università situata ad almeno 100 km dal comune di residenza ed in un'altra provincia.
  • L'intestazione dovrà essere relativa a colui che gioverà delle detrazioni quindi è necessario un contratto personalizzato.
Oltre alle agevolazioni fiscali si ottiene un altro vantaggio: il documento stipulato resta l'unica forma di tutela dei diritti dello studente necessaria nel malaugurato caso di problemi e controversie con il proprietario di casa.

Le regole di base

La detrazione riguarda esclusivamente immobili ad uso abitativo: si escludono altre forme di locazione come le strutture tipo la casa dello studente, collegi o convitti. Il tipo di corso universitario a cui è iscritto lo studente fuori sede è assolutamente indifferente. L'ateneo può essere sia pubblico che privato, l'importante è che sia ubicata in un comune distante più di 100 chilometri dal quello di residenza ed in una provincia differente.

Il contratto sempre registrato

L'agevolazione fiscale per gli studenti che risultano a carico della famiglia, spettano ai genitori che potranno detrarli dai loro redditi, mentre spetta al giovane direttamente sul suo reddito se è indipendente. Per avere diritto alle detrazioni, bisogna stipulare il contratto secondo le norme sulle locazioni (431/98) e registrarlo: di conseguenza si sottoscrive un contratto per studenti fuori sede o uno ad uso transitorio. E' più semplice utilizzare contratti del secondo tipo poichè il canone non è prestabilito da accordi con enti territoriali territoriali, ma è libero e la durata copre un range che va da un minimo di 1 e un massimo di 18 mesi senza rinnovo automatico alla scadenza.

I documenti da conservare

Bisogna avere le ricevute di tutti i pagamenti mensili. In qualsiasi caso sia che mediante bonifico sia la famiglia a versare il canone d'affitto, sia nel caso che l'affitto venga consegnato in contanti è necessaria una copia della ricevuta di pagamento. Quando il contratto comprende con voce separate altri oneri come spese condominiali, quest'ultime non è possibile detrarle.

I vantaggi per i proprietari

Dal punto di vista del proprietario che da' in affitto il proprio immobile studenti universitari fuori sede con un contratto a canone concordato, può usufruire di uno sconto del 30% sul canone da dichiarare in sede Irpef. Per spiegarci meglio, nella denuncia dei redditi, il proprietario deve indicare leggermente meno del 60% del del canone annuale, rispetto all'85% di un contratto libero. Oltre a ciò è possibile giovare di una riduzione del 30% dell'imposta di registro.
Quando nel canone di locazione son comprese anche altre voci tipo: condominio, luce, acqua, gas, riscaldamento e altre la quota corrispondente a questi importi non va dichiarata a fini fiscali. Concludendo, un contratto agli studenti fuopri sede risulta assai più conveniente in rapporto ad un contratto libero.

Potrebbe anche interessarti le tipologie e le norme dei contratti d'affitto

Fai crescere gli annunci! Suggerisci ai tuoi amici!

I TEMI e risorse di
affitto-appartamenti

150 Italia - auguri!

Sfondi Desktop